Tutto quello che bisogna sapere sulle stomie intestinali

Cos’è una stomia?

Significato

Una stomia o stoma è un’apertura nell’addome che consente alle feci di uscire dal corpo, invece di attraversare il sistema digestivo tramite le vie naturali. Viene formata quando una parte dell’intestino deve guarire o essere rimossa.

Per creare una stomia, il chirurgo tirerà una parte dell’intestino tenue o crasso sulla superficie della pelle e la cucirà su un’apertura nell’addome. L’estremità dell’intestino svuota le feci all’interno di un apposito strumento per stomia, che è una sacca attaccata allo stoma. Le stomie sono generalmente rotonde, rosse e umide e misurano circa 2-4 cm di larghezza.

Le stomie possono essere permanenti o temporanee. Se hai un organo danneggiato o asportato in modo permanente, probabilmente avrai bisogno di una stomia permanente. Tuttavia, se una parte del tuo intestino ha solo bisogno di guarire per un po’, potresti avere una stomia temporanea.

stomia intestinaleQuali sono i diversi tipi di stomia intestinale?

Esistono diversi tipi di stoma intestinale o enterostomia, a seconda della procedura utilizzata per crearli:

  • Colostomia. Viene creato uno stoma con una parte del colon, noto anche come intestino crasso, per bypassare il retto. In alcuni casi, potrebbe essere rimossa la parte inferiore del colon, causando una stomia permanente. Una colostomia può anche essere temporanea se il tuo colon ha solo bisogno di guarire. Potresti aver bisogno di una colostomia se hai un cancro al colon o al retto, una lesione al colon o un blocco nel colon.
  • Ileostomia. Viene creato uno stoma utilizzando l’intestino tenue in modo che le feci possano bypassare il colon e il retto. Questo è il tipo più comune di stomia temporanea, ma può anche essere permanente. Potrebbe essere necessaria un’ileostomia se si soffre di morbo di Crohn, colite ulcerosa o cancro dell’intestino.

Quando è necessaria

Potrebbe essere necessaria uno stoma se non riesci a far passare le feci attraverso l’ano. Questo potrebbe essere il risultato di una malattia, un infortunio o un problema con il tuo sistema digestivo.

Potresti avere una stomia in caso di:

Una colostomia viene spesso utilizzata dopo che una sezione del colon è stata rimossa e l’intestino non può essere ricongiunto.

Come viene creata una stomia?

Uno stoma viene generalmente creato in anestesia generale, utilizzando le seguenti tecniche:

  • chirurgia tradizionale a cielo aperto (laparotomia) – in cui viene praticato un taglio lungo (incisione) nella pancia per accedere al colon, o
  • laparoscopia – in cui il chirurgo esegue diverse incisioni più piccole e utilizza una piccola telecamera e strumenti chirurgici per accedere all’intestino.

In generale, la chirurgia laparoscopica è l’opzione preferita perché il recupero è più rapido e il rischio di complicanze è inferiore.

Esistono 2 tipi principali di stomia: stomia ad ansa (laterale) e stomia terminale. La tecnica specifica utilizzata dipenderà dalle circostanze.

Uno stoma laterale viene spesso utilizzato se è temporaneo poiché è più facile da chiudere successivamente.

Stomia laterale

In uno stoma laterale, un’ansa dell’ileo o del colon viene estratta attraverso un taglio nella pancia. Il cappio viene aperto e cucito sulla pelle per formare un’apertura chiamata appunto stoma.

In questo caso la stomia ha 2 aperture ravvicinate. Una è collegato alla parte funzionante del tuo intestino, dove le feci lasciano il tuo corpo dopo l’operazione.

L’altra apertura è collegata alla parte inattiva dell’intestino, che porta all’ano.

In alcuni casi, può essere utilizzato un dispositivo di supporto (un’asta o un ponte) per mantenere l’ansa dell’intestino in posizione mentre guarisce. Di solito viene rimosso dopo pochi giorni.

Stomia terminale

Con una stomia terminale, un’estremità dell’intestino viene estratta attraverso un taglio nella pancia e cucita sulla pelle per creare la stomia.

Una stomia terminale è spesso permanente. Le stomie terminali temporanee vengono talvolta utilizzate in caso di emergenza.

Cosa aspettarsi dopo l’intervento

Dopo l’intervento chirurgico, ti verranno fornite istruzioni su come prenderti cura del tuo stoma e dell’apparecchio per stomia. Una volta uscito dall’ospedale, dovrai riposare per alcuni giorni ed evitare attività intense per alcune settimane. Il medico potrebbe anche consigliarti di seguire una dieta povera di fibre per i primi mesi mentre il tuo corpo si adatta.

Durante le prime settimane dopo l’intervento, potresti notare di avere molto gas, il che è molto normale. La tua stomia potrebbe anche ridursi durante i primi mesi, il che è normale e parte del processo di guarigione.

La maggior parte delle persone può tornare al lavoro da 6 a 8 settimane dopo l’intervento.

sacca per stomia

Che tipo di assistenza è necessaria?

L’apparecchio per stomia include una sacca in cui viene drenata lo stoma. A seconda del tipo di custodia che hai, dovrai cambiarla ogni tre o sette giorni. Quando si cambia la sacca, bisogna pulire la pelle intorno allo stoma con acqua tiepida e lasciarla asciugare completamente. Non è necessario usare il sapone, ma se lo fai, assicurati che sia molto delicato e inodore.

Mentre la sacca viene rimossa, cerca eventuali segni di irritazione, sangue o cambiamenti nelle dimensioni e nel colore dello stoma. Chiama il tuo medico se noti uno di questi. Mentre alcuni cambiamenti sono normali quando la tua stomia guarisce, è meglio essere al sicuro e consultare il medico.

Oltre a cambiare la sacca ogni pochi giorni, dovresti anche svuotare la sacca più volte al giorno. Prova a svuotarlo quando è pieno per circa un terzo per evitare perdite.

Man mano che ti riprendi, puoi iniziare a reintrodurre cibi diversi nella tua dieta. Prova a farlo lentamente in modo da poter notare se hai difficoltà a digerire un determinato cibo. Tieni presente che potresti avere difficoltà a digerire alcuni degli alimenti che mangiavi. Puoi anche monitorare la consistenza e la quantità dei rifiuti nel sacchetto per verificare la presenza di segni di disidratazione o altri problemi.

Assicurati di comprendere appieno come prenderti cura della tua stomia prima di lasciare l’ospedale.

Vivere con una stomia

Avere una stomia può essere un grande cambiamento di vita. Tuttavia, dovresti essere in grado di riprendere quasi tutte le tue normali attività una volta che ti sei ripreso dalla procedura. Ricorda solo di prenderti cura della tua stomia, incluso il drenaggio e la sostituzione della sacca ogni volta che è necessario e il monitoraggio di eventuali modifiche.

Prenota ora una visita

Contatta il Dott. Ferrara per maggiori informazioni o se hai problemi con la tua stomia.